Al via oggi la fatturazione elettronica verso le PA centrali

Pubblicato sul sito di SI.net Servizi Informatici

Parte oggi l’obbligo di fatturazione elettronica verso le PA centrali. Un progetto ambizioso, che coinvolgerà tutte le PA entro la fine di Marzo 2015.

Da oggi, 6 giugno 2014, i fornitori delle PA centrali potranno inviare loro solo fatture elettroniche. Gli indirizzi a cui inviare le fatture sono reperibili sul sito dell’IPA.

A marzo dell’anno prossimo tale obbligo entrerà in vigore anche per le PA locali, ma il sistema è già chiamato al suo banco di prova. E’ un altro passo importante verso il processo di dematerializzazione delle PA, le quali a fine mese dovranno gestire esclusivamente in formato elettronico anche i contratti stipulati in forma pubblica amministrativa, come sancito dagli artt. 6 e 7 del DL 145/2013 (per i contratti stipulati mediante scrittura privata l’obbligo scatterà il 31 dicembre 2014).

Le modalità di invio da parte dei fornitori sono diverse: si va dall’invio della fattura  tramite PEC all’ente cliente fino all’utilizzo di piattaforme  telematiche, in cui è possibile “istruire” la fattura inserendo i dati richiesti e inviarla attraverso tali sistemi agli enti destinatari (il Mepa ha già messo a disposizione delle aziende iscritte una piattaforma in grado di gestire tale processo).

Come in tutte le grandi innovazioni, fra gli operatori del settore circola una comprensibile incertezza, soprattutto tra i fornitori privati che si ritrovano ad affrontare un processo nuovo, spesso avulso dalle pratiche già consolidate di fatturazione cartacea. Il Governo ha realizzato il portale www.fatturapa.gov.it che dovrebbe fare un po’ chiarezza sui vari aspetti di questo nuovo sistema.

Quando a marzo 2015 il sistema verrà obbligatoriamente utilizzato per tutte le pubbliche amministrazioni, dovrebbe essere già a pieno regime e si saranno identificate le soluzioni più efficaci per gestire il processo.

SI.net vive questo importante rinnovamento con una triplice veste: fornitore delle PA, attore coinvolto nei processi IT delle pubbliche amministrazioni, partner di aziende che si stanno approcciando a questa tematica.

Da questa posizione di osservatore privilegiato è forse più facile farsi un’idea degli elementi che destano maggiore preoccupazione tra gli operatori privati: sicuramente l’elemento più critico sarà la conservazione delle fatture elettroniche, per cui le aziende dovranno implementare un processo a norma di legge. In seconda battuta, le imprese dovranno ripensare ai propri gestionali che gestiscono la fatturazione, per integrare il processo di generazione delle fatture in formato elettronico con quello di invio dei documenti alle PA e infine con quello di conservazione degli stessi.

Annunci

Pubblicato il 6 giugno 2014, in Uncategorized con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: